#QUEER PRIDE – LAB: PRATICHE DI AUTODETERMINAZIONE E LIBERAZIONE DEI CORPI

10 giugno 2014 17:14 0 comments
Lab. fisico e teorico.
21 GIUGNO ORE 17:00 – LUOGO DA DEFINIRSI
https://www.facebook.com/events/545859525524803/DESCRIZIONE:

Crediamo che nessuna pratica, nessuna relazione possano essere vissute pienamente da protagoniste senza partire dalla consapevolezza della propria sessualità e del proprio corpo. Le relazioni di potere in cui siamo coinvolte quotidianamente tentano di dare forme ai nostri pensieri, di limitare gli spazi di agibilità che ci sono concessi e di modellare i nostri corpi. Corpi che diventano la piazza pubblica nella quale si svolgono le lotte di dominio: dalla violenza all’aborto, dalla mercificazione alla medicalizzazione. Ed è proprio attraverso questi luoghi e le conseguenti narrazioni che l’oppressione patriarcale agisce nelle nostre relazioni, nella società; nel pubblico come nel privato. Da queste riflessioni scaturisce la nostra idea di un laboratorio gestito attraverso tecniche alternative di partecipazione,per formarci reciprocamente partendo dalle nostre esperienze e confrontandoci. Cerchiamo parole, movimenti, pratiche, spazi, intersezioni. Questo laboratorio è risultato di un percorso che abbiamo costruito iniziando con la proposta di un altro punto di vista sulla sessualità alle/ai ragazz* delle scuole superiori, “sex choices”, per arrivare all’organizzazione di “Plaza del sexo”, un festival di sperimentazione collettiva.

Nell’ immaginare questo laboratorio ci siamo lasciate pervadere da tutte queste esperienze che hanno tracciato il nostro percorso di liberazione e ora vorremmo cogliere l’occasione per condividerle e farci contaminare da altre esperienze.

E’ necessaria l’iscrizione, sino ad esaurimento posti
altereva.torino@gmail.com

QUEER PRIDE: FAMOLO RIOT

In vista del torino lgbt pride, come collettivo,abbiamo deciso di lanciare l’assemblea ” queer pride: famolo riot”: vorrà essere uno dei momenti di un percorso di riflessione e creazione sul Pride torinese “l’uguaglianza è un diritto, la diversità un dovere” sui temi del queer e dell’autodeterminazione.
Sarà un momento di scambio e di incontro, un modo per costruire consapevolezza e rendere il Pride davvero un momento di liberazione collettiva.

POST

Leave a reply

required

required

optional